102 visitatori online
Home
banner_rr

VERTOVA (BG) – Lo sloveno Izidor Penko ha vinto lo sprint ristretto che ha deciso il 18° Trofeo Comune di Vertova - 13° Memorial Pietro Merelli, prima prova della 2 Giorni Internazionale Juniores di Vertova disputata oggi sulle strade della Valle Seriana.

penko_vertova_2014

Il vice campione sloveno su strada, al primo successo della stagione, si è avvantaggiato nel finale con altri cinque corridori e poi si è imposto in volata lasciandosi alle spalle il campione di Germania Jonas Bokeloh, secondo, e terzo l’olandese Julius Van der Berg della Viking Waterland Junioren. Quarto e primo degli italiani Giovanni Pedretti della Cremonese, quinto l’altro azzurro Riccardo Verza della Contri Autozai che ha anche indossato la fascia bianca di miglior giovane della corsa. Al via 194 concorrenti, si può dire la crème del ciclismo mondiale della categoria Juniores con 4 campioni continentali e 11 campioni nazionali schierati alla partenza, tra cui gli italiani Davide Plebani, tricolore della strada, ed Edoardo Affini, campione europeo.

Si comincia con un minuto di silenzio per ricordare la memoria di Alfredo Martini e anche quella del giovane belga Igor Decraene, iridato a cronometro a Firenze2013, che proprio oggi ha perso la vita. Dopo le prime fasi di studio, si avvantaggia un gruppetto al comando e quando poi la situazione si stabilizza sono rimasti solamente in quattro davanti: Jan Tschernoster (Germania), Yurly Chsherbinin (Kazakistan), Paolo Prandini (Team LVF) e Matic Veber (Slovenia).

Ottimo l’accordo del quartetto che guadagna un buon margine sul gruppo. Sullo strappo in pavé nel centro di Vertova è il corridore kazako a sembrare più pimpante (vincerà anche la classifica finale dei traguardi volanti) tanto che ad un certo punto, insieme al tedesco, provano, invano, ad allungare. Quando all’arrivo mancavano quattro degli otto giri previsti, si butta all’inseguimento solitario il campione europeo Edoardo Affini (Contri Autozai) che con un gran numero riesce, nel giro di una tornata e mezzo, a riportarsi sui battistrada.

A meno due giri dall’arrivo sulla testa della corsa rientrano via via altri corridori, ma poi il gruppo praticamente si ricompatta. All’ultimo giro allungano altri 5 corridori: il campione tedesco Jonas Bokeloh, l’olandese Julius Van der Berg (Viking Waterland Junioren), lo sloveno Izidor Penko, l’australiano Jay Hindley, Giovanni Pedretti (Cremonese) e poi rientra in un secondo momento anche il giovane Riccardo Verza (Contri Autozai). Il gruppo non trova l’accordo giusto per andare a riprendere i battistrada, che hanno buon gioco e vanno a contendersi il successo in volata.

Vittoria netta dello sloveno Izidor Penko: “Sono molto felice per questo successo molto importante. La squadra ha corso bene tutto il giorno e nel finale ho dato del mio meglio per ottenere questa vittoria che voglio dedicare anche a mio padre Gorazd che oggi non ha potuto essere qui perché impegnato ad organizzare a Lubiana i Campionati del Mondo di ciclismo per Amatori”.

Oltre a Verza miglior giovane e Penko leader della classifica a punti, ci sono il tedesco Bokeloh leader dei Gpm e il kazako Chsherbinin titolare della fascia di leader dei traguardi volanti.

(si ringrazia Giorgio Torre di bicibg (www.bicibg.it) per il testo, il video e le foto.)